Archivi categoria: Progetti di restauro

Action Plan for the safeguarding of the cultural heritage of the Old City of Jerusalem

Committente: UNESCO – WHC
Gruppo di lavoro: Daniele Pini (Coordinatore), Claudio Alessandri, Franco Frison, Luca Lanzoni, Saveria Teston (Consulenti Senior), Roberto Malvezzi, Roberto Meschini, Andrea Pasquato, Marcella Pirazzoli, Sara Vespignani (Consulenti Junior)
Cronologia:  prima missione: 4-19 giugno 2006; seconda missione: 1-19 novembre 2006; consegna finale: febbraio 2007
Il mio ruolo: rilievo GIS del patrimonio storico e monumentale, schedatura dello stato di conservazione e della vulnerabilità sismica del patrimonio, rilievo architettonico e progettazione preliminare di interventi di restauro antisismico

P1000783

Nel 2006 UNESCO –WHC ha promosso l’attivazione del progetto “Action Plan for the safeguarding of the cultural heritage of the Old City of Jerusalem” per la definizione di un programma di interventi di restauro sui monumenti del centro storico di Gerusalemme, come parte di un percorso di dialogo tra le diverse parti presenti sul territorio. In particolare, i partner locali vengono individuati nell’Israel Antiquities Authority, per la parte Israeliana, e nella Welfare Association, per la parte Palestinese. All’interno di questo progetto sono state sviluppate le seguenti attività:

  • elaborazione del progetto “Needs map for the conservation of historic monuments and
    sites”, consistente nella redazione di una nuova carta-inventario contenente la localizzazione e identificazione di tutti i monumenti e i luoghi storici della Città Storica, la descrizione del loro stato di conservazione, e la definizione di priorità all’interno di possibili scenari di intervento di riqualificazione urbana
  • sviluppo di un sistema GIS (Geographical Information System) come strumento di gestione sia del patrimonio storico identificato nella Needs map, sia delle future strategie di intervento;
  • elaborazione di una serie di Project Profile relativi ad alcuni siti o edifici sensibili, consistenti nel rilievo architettonico dei manufati, laddove non disponibile, e del loro stato di degrado, e nella individuazione delle attività necessarie al loro recupero, restauro e valorizzazione.

Volti di Gerusalemme

Di seguito una galleria fotografica tratta dall’archivio delle Missioni.

Quel pozzo di Borsea

Il gruppo degli Amici di Borsea ha intrapreso una raccolta di fondi per il recupero e la valorizzazione degli elementi di maggior pregio dell’antico borgo posizionato sulle colline di S. Polo, lungo la strada per Grassano, secondo il felice motto “creare bellezza per vivere meglio.” Dopo aver risistemato il portone del santuario dedicato già nel XV secolo a S. Antonio da Padova, e riqualificato le aiole pubbliche del loro paese, la loro attenzione si è ora concentrata sullo storico pozzo, un manufatto murario non ancora catalogato tra i beni da proteggere, e caratterizzato da notevole pregio costruttivo, architettonico e paesaggistico, essendo collocato come punto di riferimento in un crocevia del reticolo di percorsi che innervavano il territorio matildico.

IMG_3034

Gli Amici di Borsea, da novembre 2012 divenuti ufficialmente un sottogruppo del locale circolo di Legambiente, “val d’Enza”, si è appoggiata alla associazione ambientalista per promuovere il restauro del pozzo, tramite un percorso di coinvolgimento del Comune di S. Polo, di tecnici afferenti al circolo di Legambiente, e delle Soprintendenze per i beni Architettonici e Archeologici. In quanto Architetto e Vicepresidente del circolo val d’Enza, sto seguendo il progetto come tecnico incaricato. Risultato dell’iniziativa è stato, ad oggi, il rilievo del manufatto e del suo stato di conservazione, quale base per la definizione di un programma di intervento di restauro conservativo delle strutture, e di rifunzionalizzazione del manufatto.

Di seguito potete trovare il link alla scheda del progetto nata dalla collaborazione tra gli Amici di Borsea e il circolo di Legambiente val d’Enza.

Restauro del pozzo di Borsea. Rilievo architettonico e del degrado